Quest'area è dedicata a giornalisti e operatori del settore che hanno la possibilità di scaricare testi e immagini per la realizzazione di articoli o redazionali riguardanti la Locanda Ristorante "La Clusaz".

Il download è consentito quindi a solo uso professionale e limitatamente alla diffusione di informazioni che riguardano la Locanda Ristorante.

In caso di pubblicazione è obbligatoria la citazione "Archivio La Clusaz".
Vi saremo grati se vorrete segnalarci gli utilizzi e le pubblicazioni che realizzerete.

 

Maurizio Grange & Sevi Math

 


 

La Clusaz, cenni di storia

La locanda Ristorante "La Clusaz" è situata in Valle d'Aosta, a Gignod, lungo l'affascinante Valle del Gran San Bernardo, a pochi chilometri dall'omonimo Colle. Salendo lungo la strada che da Aosta conduce al valico naturale o al Tunnel del Gran San Bernardo, incontrerete alla vostra sinistra l'inconfondibile allungato complesso di edifici che compone "La Clusaz", ristrutturati con passione dai suoi proprietari, con una importante facciata decorata da una artista locale molto apprezzata, che ha curato anche alcune delle installazioni d'arte all'interno della struttura, con l'obiettivo di far convivere anche nei decori e negli arredi il passato con il moderno, la tradizione con l'innovazione.

La Valle del Gran San Bernardo è un percorso ricco di fascino, storia e tradizione, immerso in una grandiosa cornice naturale, tra innumerevoli boschi e paesaggi incantati che mutano con le stagioni. Nei vicini villaggi tipici tra le architetture caratteristiche dei rascard e alcune storiche costruzioni, il tempo pare essersi magicamente arrestato conservando intatta l'antica atmosfera contadina di questi luoghi.

La strada lungo la quale sorge la Clusaz era un sentiero, all'epoca dei Celti, divenuto in seguito strada romana che conduceva in Svizzera e in Germania. Il "Mons Jovis", nome con il quale i Romani battezzarono il Colle del Gran San Bernardo, rappresentava il più importante punto di attraversamento delle Alpi, sede per questo di un tempio per soldati e viandanti che vi offrivano sacrifici per incontrare, nei propri viaggi, il favore degli Dèi.

Le legioni romane passarono lungo questo percorso così come quelle di Carlo Magno e, alcuni secoli dopo, Napoleone Bonaparte, il quale, nel 1800 attraversò il Colle del Gran San Bernardo per recarsi a Marengo ove vinse la famosa battaglia.

Intorno al 1050 Bernardo di Mentone, arcidiacono di Aosta, edificò sul Colle che oggi porta il suo nome un Ospizio per offrire rifugio e assistenza ai viaggiatori. L'Ospizio fu assegnato ad alcuni monaci dell'ordine di Sant'Agostino che fino ai nostri giorni hanno compiuto con fedeltà e impegno la propria missione.
La struttura dell'Ospizio ha subito numerosi interventi e ampliamenti nel corso dei secoli e ancora oggi offre un luogo di pace e preghiera ai viaggiatori che desiderano godere di quella particolare atmosfera raccolta e silenziosa.

I monaci hanno avuto nel tempo un fedele alleato nell'opera di assistenza e soccorso dei viandanti che percorrevano la strada del Colle: il cane San Bernardo, simbolo di fedeltà e bontà, Animale di grande stazza, resistente e di buon carattere, impiegato con successo come cane da pista e da valanga, veniva addestrato a cercare i viaggiatori smarriti o sepolti dalla neve. Anche se oggi i moderni sistemi di soccorso, che prevedono l'uso di elicotteri, si avvalgono spesso di cani più leggeri, i monaci continuano l'allevamento di tale razza con selezioni attente e severe e cure continue, riportando i cani al Colle per la bella stagione, dopo aver trascorso l'inverno a Martigny, per la gioia del numeroso pubblico che gli rende visita ogni anno.


L'antica tradizione di ospitalità della Valle del Gran San Bernardo si rispecchia nella storia della "Clusaz". Le prime notizie risalgono al XII secolo, e precisamente si hanno testimonianze scritte dell'anno 1140 che riportano della Locanda come punto di sosta e ristoro per i viandanti che valicavano il Colle del Gran San Bernardo e vi trovavano un rifugio piacevole e sicuro.

Nel 1820 il rifugio cessò il suo ruolo originale quando fu venduto a Nicola Gerbore che lo trasformò in fattoria e ne distrusse l'antica cappella. L'edificio in seguito fu ristrutturato più volte e oggi si è conservata, dei tempi passati, una lastra in ferro esposta sopra il caminetto nella sala da pranzo che riproduce lo scudo araldico del XVIII secolo dell'Arcidiacono di Aosta René Ribitel, stemma che testimonia le origini "caritatevoli" del rifugio.

Fortunatamente nel 1925 Graziano Grange, nonno di Maurizio, attuale proprietario della Locanda insieme alla compagna Sevi Math, acquistò "La Clusaz", costruì la fattoria e riprese l'antica vocazione del luogo, iniziando l'attività di ristorazione e ospitallità.

Da allora la famiglia Grange lavora con passione e impegno per offrire ai propri ospiti l'intatta sensazione di piacevole accoglienza che i viaggiatori dei secoli scorsi trovavano tra queste mura.

 



Seguiteci all'interno della Locanda

L'accueil della Locanda Ristorante è caldo e ospitale.
Un'atmosfera rarefatta e discreta di quiete e magico incanto tra colori e luce e reminescenze della nostra tradizione.
Un punto di incontro che vi introduce alla scoperta dei due mondi della "Clusaz": il Ristorante e la Locanda.

Proseguite quindi ed entrate nelle due sale del Ristorante, ricavate nei locali anticamente frequentati dai viandanti in cerca di ristoro, sotto le grandi spettacolari volte in pietra elegantemente illuminate da luci soffuse a creare un ambiente caldo e accogliente.
Gli spazi a disposizione degli ospiti, eleganti e caratteristici, offrono due situazioni diverse per finalità di utilizzo: la prima sala presenta un'atmosfera più intima e raccolta, ideale per momenti di serena convivialità, può ospitare un massimo di 25 persone; la seconda, di dimensioni leggermente superiori, raffinata e sobria, ben si presta alla realizzazione di piccoli eventi, banchetti, feste private o matrimoni.

Il Ristorante presenta due menu fissi Tradizione e Stagione con alcune variazioni di sapori e di proposte in sintonia con il mutare delle stagioni.
La Cucina della Clusaz propone con qualità e vitalità la valorizzazione del patrimonio gastronomico tradizionale valdostano.
L'obiettivo è condurre innovazione e tradizione ad una felice e riuscita convivenza, attraverso un costante lavoro di ricerca e sperimentazione.

Al termine della cena, godetevi una piacevole sosta dinanzi al fuoco del caminetto della nostra saletta relax e nella bella stagione al fresco del nostro solarium, oppure approfondite le conoscenza dei vini valdostani sotto le volte in pietra e tra le spesse mura della nostra cantina, con una ricca selezione di vini operata con passione da Maurizio.

Se avete deciso di soggiornare alla Locanda, vi accoglieranno con discrezione le 14 camere situate al piano superiore dell'edificio, frutto di un'attenta ristrutturazione degli originali spazi che costituivano il rifugio dei viaggiatori nel secolo scorso. Gli ambienti sono personalizzati con cura, per creare angoli discreti, raccolti e complici, con una suddivisione per tipologia delle camere in Relax, Panorama e Ambient.

I patron della Locanda Maurizio Grange e Sevi Math vi forniranno ogni utile strumento per approfondire le vostre conoscenze sulla Valle d'Aosta e accompagnarvi alla scoperta della nostra piccola regione, ricca di fascino, storia, cultura e tradizione, ma anche di sport, natura e divertimento.


 

La Cantina

Sotto le antiche volte in pietra e tra le spesse mura della spettacolare cantina che vi invitiamo a visitare, vi attende una ricca selezione di oltre 300 etichette per soddisfare ogni esigenza. L'aspetto enologico del ristorante è particolarmente curato e rappresenta il giusto completamento alla qualità complessiva che intendiamo offrirvi.

Nella scelta dei vini vi accompagneranno Maurizio Grange e Sevi Math, entrambe appassionati sommeliers.

La carta dei vini è organizzata per tipologie di prodotto, per consentirvi una chiara lettura e una più agevole scelta del vino ideale per accompagnare i piatti del menu prescelto o per soddisfare le vostre preferenze.

La cantina presenta molte etichette italiane, accuratamente selezionate nelle varie regioni, ma offre anche molte referenze straniere.

Particolare attenzione è stata posta nella ricerca dei migliori vini della produzione valdostana, frutto di validi produttori locali che coltivano anche preziosi vitigni autoctoni.

La composizione della Cantina è ispirata alla proposta di una elevata qualità, con attenzione al rapporto con il prezzo, in un'accurata e appassionata selezione anche presso piccoli produttori di etichette interessanti e con il particolare impegno a proporre alcuni vini che presentano standard molto elevati da noi definiti "fuoriclasse".


 

L'ospitalità

L'antica tradizione di ospitalità della Locanda risale al XII secolo, e precisamente si hanno testimonianze scritte dell'anno 1140 che riportano della locanda come punto di sosta e ristoro dei viandanti che valicavano il Colle del Gran San Bernardo e vi trovavano un rifugio piacevole e sicuro
Maurizio Grange e Sevi Math hanno investito molto per continuare ad offrire ai viaggiatori questa sensazione di luogo piacevole e privilegiato di sosta, ove chiunque ritrova l'atmosfera dell'accoglienza sincera e schietta e il sapore della tradizione. L'impegno dello staff, con il proprio contributo di professionalità, è quello di far sentire i propri ospiti come a casa loro.

La Locanda rappresenta la meta ideale sia per una vacanza tranquilla, di completo relax, godendo del sole e del profumo della pineta dal solarium, sia per gli amanti della natura, che possono esplorare i dintorni della Locanda attraverso le numerose passeggiate nei boschi o per chi ricerca i ritmi lenti e cadenzati tipici di altri tempi o ancora per i cultori della cucina di alto livello e per chi vuole scoprire la Valle d'Aosta e il suo splendido storico capoluogo situato a soli 15 minuti da qui.


Per chi desidera soggiornare alla Locanda (categ. 3 stelle), sono disponibili 14 confortevoli camere, 11  matrimoniali, 3 singole alcune delle quali personalizzate da una apprezzata artista locale, responsabile anche della pregevole realizzazione della decorazione sulla facciata dell'edificio che ospita la Locanda. L'atmosfera che pervade ogni camera, curata nello stile e nell'arredo in modo personale da Sevi Math, è unica e non convenzionale.

Le camere sono suddivise in tre tipologie:
Panorama – sei camere con vista sulla valle, per chi ama sentirsi "viaggiatore in sosta", esploratore di nuovi spazi e luoghi, al centro del paesaggio meraviglioso che circonda la Locanda.

Relax – sei camere che si aprono sulla splendida adiacente pineta e offrono un'atmosfera raccolta e intima, completando la sensazione di totale immersione nella natura che un viaggio in Valle d'Aosta è in grado di offrire.

Ambient – due spazi particolarmente curati e unici nel loro genere, studiati per creare la magia di un'atmosfera speciale, con una forte connotazione artistica, espressa attraverso decori pittorici e installazioni d'arte.

Ogni camera è dotata dei principali confort tipici della categoria di appartenenza della Locanda (bagno privato, asciugacapelli, TV, telefono, presa internet, ecc.)

Sono a disposizione degli ospiti due spazi comuni molto accoglienti: una sala lettura con caminetto e una caratteristica zona relax con giochi da tavolo.
Sono inoltre riservati ai nostri clienti un solarium, l'adiacente bosco privato, un ampio parcheggio all'aperto e garage coperti.


 

La produzione propria

Per noi della Clusaz, produrre in proprio alcuni prodotti che poi verranno presentati ai nostri ospiti è motivo di orgoglio e soddisfazione, ma soprattutto è l'espressione più vera della tradizione della famiglia Grange, proprietaria della Locanda, che dal 1925 ha stabilito in questa località l'attività di ristorazione, ospitalità e produzione di salumi e formaggi.

Una passione per la genuinità dei prodotti e i sapori autentici sta alla base di questo lavoro, la ripetizione di gesti antichi e consueti che sono diventati nel tempo un rito gioioso e denso di significati.

La nostra produzione è limitata e curata. Le stagioni scandiscono i tempi del nostro lavoro e definiscono insieme a noi cosa può essere realizzato.

Dalla macellazione del maiale vengono prodotti i salami, il prosciutto crudo e i boudins valdostani che ritroverete nel nostro menu tradizione.

Il burro e alcuni formaggi tipici come la Fontina, principale ingrediente delle zuppe valdostane, la vapellenentse e la cognentse e il Rebleque, un formaggio morbido servito anche come dessert, con l'aggiunta di cannella, rum e zucchero di canna rappresentano altri esempi della nostra produzione.
 


 

La Cucina

Il Ristorante propone due menu fissi , con alcune variazioni di sapori e di proposte in sintonia con il mutare delle stagioni. Abbiamo scelto di presentare con questa formula le creazioni della Cucina per dare l'opportunità ai nostri ospiti di gustare in una corretta e ragionata successione e relativo abbinamento di sapori, consistenza e profumi, una sequenza dei nostri piatti più famosi.

Tuttavia per chi desiderasse una selezione più ristretta del numero di portate o una diversa combinazione delle stesse, è previsto il servizio "à la carte" con i piatti presentati nei due menu.

Vi presentiamo quindi brevemente qui di seguito le nostre due proposte.

Menu della Tradizione
La Cucina della Clusaz propone con qualità e vitalità la valorizzazione del patrimonio gastronomico tradizionale valdostano. Ricerchiamo le ricette storiche regionali, con l'obiettivo di recuperare, coltivare e valorizzare le radici della cucina valdostana per far scoprire e apprezzare le peculiarità gastronomiche e culinarie della nostra tradizione.

Un obiettivo ambizioso e una sfida stimolante frutto di un susseguirsi di tentativi, ricerche, prove, esperimenti, svolto con l'intento di portare innovazione e tradizione ad una felice e apprezzata convivenza.

Gli ingredienti impiegati sono selezionati con grande cura e alcuni di questi sono di produzione propria, materie prime locali lavorate secondo metodi antichi e sistemi moderni nella nostra azienda agricola.

Menu della Stagione
Con il Menu della Stagione vorremmo guidarvi, attraverso un percorso goloso selezionato con cura, all'assaggio di alcune proposte insolite, eleganti e raffinate, frutto di un grande lavoro di ricerca e innovazione che esalta e caratterizza i migliori prodotti della stagione, dando vita a piatti di grande valore, irripetibili per gusto e sostanza.

La stimolante sfida tra i fornelli intrapresa dal patron con il suo brillante staff è quella di trasformare sapientemente gli ingredienti semplici, genuini e naturali che le stagioni offrono in creazioni uniche per sapori e sensazioni mixando con estro e originalità, tecnica e sperimentazione i due items fondamentali della Cucina della Clusaz: Tradizione e Innovazione.

Tra gli ingredienti impiegati nella preparazione dei piatti, tutti freschissimi e selezionati con grande cura, alcuni sono prodotti nella nostra azienda agricola seguendo, anche in questo caso, il ritmo e il corso delle stagioni.

I nostri menu possono essere completati da una selezione di formaggi presentata e curata dallo Chef Maurizio Grange, appassionato conoscitore dei formaggi italiani e valdostani in particolare oltre che d'oltralpe.

Una particolarità: l'acqua servita a tavola, freschissima e controllata alla fonte proviene dalla sorgente privata della Clusaz.

 


 

L'équipe

Riteniamo che il valore aggiunto della nostra offerta sia determinato dal grande significato che ognuno di noi pone nel lavoro di squadra e la passione con cui ci dedichiamo ad esso.
Il personale tutto della "Clusaz", diretto dai suoi gestori Maurizio Grange e Sevi Math, costituisce il "cuore" della Locanda Ristorante.

Un gruppo di professionisti fortemente motivati e intenzionati ad esprimere ciascuno il meglio della propria professionalità e peculiarità, per soddisfazione personale e soprattutto per l'orgoglio di far parte di un'equipe solida e coesa.

La brigata di cucina è composta da quattro chefs, ognuno dei quali specializzato nella preparazione di una delle quattro partite che compongono il menu: antipasti, primi piatti, secondi piatti e dessert.

Maurizio Grange, cuoco di professione, si dedica ora principalmente al servizio in sala ristorante ma  sovrintende e coordina il lavoro dell'equipe e cura l'armonia dell'accostamento delle diverse preparazioni, oltre ad essere un appassionato conoscitore di formaggi e gestire quindi in prima persona la loro proposta.

La sala è invece il regno di Sevi Math, attenta nel seguire le esigenze degli ospiti, organizzare il lavoro dei propri collaboratori e curare il delicato equilibrio di rapporti con la Cucina.

Eccovi una breve descrizione dei nostri collaboratori:


Piergiorgio Pellerei

Dopo la Scuola Alberghiera, da Biella suo paese d'origine a Londra con varie tappe intermedie  per imparare, per conoscere, per avere il sapere nelle mani,  ora è il responsabile della cucina della Clusaz. Molto preparato soprattutto nella cottura delle carni e nell'arte dei vari abbinamenti. Sua la creazione dei secondi piatti oltre al coordinamento delle altre partite.

Ernest Bardoku

E' giovane, proveniente dalla Scuola Alberghiera, motivato. Ha lavorato da noi in sala e si è appassionato al servizio del formaggi, però la passione per la cucina ha avuto il sopravvento e adesso sta muovendo i primi passi in cucina,  si occupa della preparazione degli antipasti e degli stuzzichini con i quali ha inizio il breve percorso gastronomico dei nostri menu.

Alessandro Cabona

Diplomato Alma, ha lavorato in diversi ristoranti della Liguria, sua regione di provenienza, motivato, si occupa della preparazione delle paste fresche e dei primi piatti, buona conoscenza dei piatti di pesce, ci aiuterà a crescere nelle nostre preparazioni a base di pesce.

Alberto Norbiato

Dopo la Scuola Alberghiera si è specializzato nell'arte della pasticceria lavorando presso diverse importanti strutture. E' il nostro pasticcere, preparatevi ad assaggiare la sua profumata focaccia, i deliziosi desserts e la piccola pasticceria, che concluderà ogni vostro appuntamento gastronomico alla Clusaz

Grange Maurizio

Patron della Clusaz. Dopo la Scuola Alberghiera ha avuto varie esperienze lavorative, la sua prima formazione in Svizzera, l'ultima esperienza lavorativa da George Cogny a Piacenza, prima di concentrare la sua attenzione sull'attività di famiglia.
Oggi dirige l'azienda e la brigata di Chef che lavora nell'Equipe del Ristorante.


Il servizio in sala ristorante

Sevi Math e Maurizio Grange coadiuvati dai validi collaboratori si preoccupano di farvi trascorrere una piacevole serata con i vostri commensali, all'insegna di una cucina raffinata, vini selezionati, ambiente suggestivo e il romantico scoppiettio del caminetto.

 


 

La clusaz nelle Guide Gastronomiche - Anno 2017

La Locanda Ristorante "La Clusaz" è presente ormai da  20 anni su "Osterie d'Italia", il "best seller" dellle guide gastronomiche e può fregiarsi del prezioso simbolo della famosa "chiocciolina" che identifica i locali particolarmente in sintonia per ambiente, cucina e accoglienza con la filosofia Slow Food.

Abbiamo avuto anche il riconoscimento "Locale del Buon Formaggio" per il nostro carrello e servizio dei formaggi e il riconoscimento come locale dell'anno di Buon Rapporto Qualità Prezzo.

La Locanda è inoltre presente sulla guida delle "Locande d'Italia" sempre edita dalla Slow Food.

E sulle altre guide gastronomiche ci siamo anche noi

Anno 2017

Michelin: - 1 Stella - 2 Forchette
Gambero Rosso: 82
Guida critica e golosa di Paolo Massobrio: Corona Radiosa
Veronelli: una stella
Accademia della Cucina Italiana: Tre Tempietti
Guida de l'Espresso: 14
Guida Il Sole 24 Ore: "Vai sul sicuro"



Con grande piacere siamo stati segnalati nell'Edizione 2017 per la nostra cucina nella guida "Identità Golose" Guida ai Ristoranti d'autore in Italia e nel Mondo edita da Paolo Marchi e quest'anno siamo stati presenti al Congresso a Milano nel mese di marzo 2017 La Forza della libertà: Il Viaggio - Cucina di Montagna - lunedì 6 marzo con la presentazione di un piatto:

"Raviolone di piedino di maiale e carciofi, saltato al burro alle erbe, salsa di cavolfiori e zenzero

 

Questo è un grande riconoscimento anche per i nostri collaboratori che con il loro costante impegno ci seguono con attenzione e si sentono partecipi di questo giusto successo.

Per chi ha qualche minuto da dedicarci vi segnaliamo il sito www.con-vivium.com reportage eno-gastronomici fotografici dove potete trovare un servizio che parla di noi